Un protocollo contro i crimini alimentari

Ecco il progetto di promozione dell' "Etichetta Trasparente"

LIVORNO – Domani 14 giugno alle ore 11.00, nella sala cerimonie del Comune di Livorno, avrà luogo la firma del Protocollo di Intesa tra il Comune di Livorno e l’Associazione Internazionale Un Punto Macrobiotico (UPM) per la promozione dell’Etichetta Trasparente Pianesiana contro i “crimini alimentari”.

Il Protocollo sarà sottoscritto, per conto del Comune, dall’Assessore all’Ambiente Giuseppe Vece e dal Segretario Nazionale UPM Giovanni Bargnesi. “Contraffazione, sofisticazione e falsificazione degli alimenti sono i crimini del nostro secolo –sostengono i membri dell’Associazione UPM- L’immissione sul mercato di alimenti pericolosi per la salute costituisce una  preoccupazione sempre più crescente a livello globale.”

Il progetto di promozione dell’Etichetta Trasparente rientra nella strategia alimentare che l’Amministrazione comunale sta portando avanti attraverso il percorso partecipativo “Salute”. Il percorso si prefigge una vera “Food Revolution” nel sostenere sul territorio uno sviluppo economico fondato sul benessere dei cittadini e sul benessere dell’ambiente, nonché sul rafforzamento del sistema agro-alimentare locale.

Secondo l’assessore Giuseppe Vece “La firma di questo protocollo rappresenta un importante strumento per la tutela dell’ambiente e dei diritti dei consumatori. Attraverso l’applicazione di questo modello di tracciabilità delle filiere agroalimentari riusciamo a sapere infatti che cosa acquistiamo per la nostra sicurezza alimentare. Una scelta consapevole che coniuga salute e tutela ambientale”.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*