Danni alluvione. Nogarin: “Prima stima 3,78milioni di euro”

Una cifra in costante aggiornamento

bomba acqua
La strada sopra il Rio Ardenza. Foto: Valeria Cappelletti

LIVORNO – “Abbiamo una primissima stima dei danni causati dall’alluvione al patrimonio comunale. Tra strade, ponti, scuole, giardini, fognature, semafori e impianti siamo già a 3,78 milioni di euro“. Lo ha scritto il sindaco Filippo Nogarin sulla sua pagina Facebook. “Un dato in costante aggiornamento – ha proseguito il sindaco sul social – e che non tiene conto ovviamente del lavoro della Protezione civile comunale e delle opere di messa in sicurezza che hanno effettuato. Abbiamo redatto una scheda con queste prime stime e l’abbiamo inviata alla Regione che domani (oggi, n.d.r.) produrrà una relazione che andrà ad integrare la richiesta di stato d’emergenza che sarà esaminata al più presto dal Consiglio dei Ministri. Un altro passo per rimettere in piedi la nostra città, che grazie all’impegno di tutti quanti, volontari e cittadini per primi, sta pian piano rialzando la testa”.

A questo si aggiunge il commento del vicesindaco Stella Sorgente che ha aggiunto: “Di questa prima stima dei lavori di messa in sicurezza di infrastrutture e strutture comunali descritta dal Sindaco Nogarin (per un totale di 3 milioni e 780 mila euro) 135 mila euro rappresentano i danni causati alle scuole. Questa quantificazione esclude il costo degli interventi di pronto intervento effettuati dalla Protezione civile comunale. Di questi 135 mila euro, la maggior parte (90 mila euro circa) rappresentano i danni subiti dalla Scuola media Marconi di Piazza San Simone. Il piano terreno della struttura è inagibile e stiamo lavorando per stanziare i primi 20 mila euro per ripristinare la funzionalità dell’ascensore e dei servizi igienici, in modo da riconsegnare la struttura per il primo giorno di scuola che, secondo il calendario scolastico regionale, è ovviamente venerdì 15″.

“Purtroppo – ha continuato Sorgente – da alcune verifiche effettuate oggi (ieri, n.d.r.), l’impianto dell’ascensore è risultato totalmente compromesso dall’acqua che ha raggiunto l’altezza di circa un metro e mezzo. Nella giornata di domani (oggi, n.d.r.) contiamo di stanziare le risorse per un intervento di somma urgenza per effettuare questo ripristino. Il piano terreno risulterà comunque inagibile per diverso tempo e la scuola si è organizzata per spostare provvisoriamente le tre classi presenti su quel piano ai piani superiori, garantendo i necessari requisiti di accessibilità per gli alunni disabili”.

“Per quanto concerne le altre strutture, i problemi hanno riguardato infiltrazioni di varia entità e caduta di alcuni pannelli bagnati dal soffitto, ma tali questioni sono state risolte e le situazioni che necessitano di ulteriore attenzione verranno monitorate anche nelle prossime ore, con eventuali interdizioni, anche in via precauzionale, di alcune aule nelle scuole maggiormente coinvolte. La complessità e lo stato emergenziale della situazione generale cittadina ha portato leggeri rallentamenti sui lavori già in programma in molte strutture che, prima dell’alluvione, erano in fase di conclusione: stiamo monitorando anche questi interventi affinché siano conclusi nelle prossime ore. Domani (oggi, n.d.r.) farò aggiornamenti anche su questi ultimi. Si continua a lavorare senza sosta per garantire un sereno avvio dell’anno scolastico a tutta l’utenza scolastica”.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*