Crisantemo fiore dei defunti? Anzi, è simbolo di gioia e salute

In Giappone è il simbolo dell'Imperatore

il cristanemo non è solo il fiore dei defunti
In Giappone ogni anno bambole e pupazzi vengono ornati di crisantemi
Share
  • di Valeria Cappelletti

È proprio vero il detto “paese che vai usanza che trovi”, ciò che da noi ha un certo significato o valore, può essere opposto in altre parti del mondo. Un esempio è il crisantemo.

il cristanemo non è solo il fiore dei defunti
Crisantemi

Questo fiore, ricco di petali, in Italia viene associato ai morti e proprio oggi, nella giornata dedicata ai defunti, addobba i cimiteri di tutta Italia, ma questa usanza è solo nostra. Sì, proprio così. Siete curiosi? Allora continuate a leggere.

Il fiore d’oro

Prendiamo i paesi orientali, qui il crisantemo, il cui termine deriva dal greco chrysòs «oro» e ànthemon «fiore», non viene deposto sulle tombe. I giapponesi lo hanno scelto come fiore nazionale e lo celebrano ogni anno con un’apposita festa chiamata Kiku no sekku (il Giorno dei crisantemi) che cade il 9 settembre e che ha origini cinesi. Questo fiore infatti venne coltivato per la prima volta in Cina nel 500 avanti Cristo.

L’usanza di ornare le bambole

il cristanemo non è solo il fiore dei defunti
Le bambole ornate di crisantemi

Un aspetto piuttosto curioso della Giornata del crisantemo è l’usanza di decorare con questi fiori  bambole e pupazzi che hanno sembianze umane. Ne sono un esempio il Kiku Ningyo Exhibition (Festival del Crisantemo dedicato alle bambole) che si tiene ogni anno dal 1955 nella città di Nihonmatsu a Fukushima e il Kiku Matsuri, inaugurato nel 1908, il più antico festival di crisantemi del Giappone.

Lunga vita e salute

Per gli abitanti del Sol Levante, ogni petalo significa lunga vita, eterna giovinezza e salute, lo si trova al centro dello stendardo imperiale, poiché è il fiore dell’Imperatore, in moltissime opere d’arte e letterarie, dipinti, ricami giapponesi. Per esempio il dipinto “Crisantemi” di Utagawa Hiroshige, grande artista e incisore giapponese.

Pensate che in Giappone il crisantemo viene regalato in occasioni particolarmente felici come fidanzamenti, matrimoni, compleanni o battesimi, così come anche in Cina e in Corea.

Potremmo provare a ribaltare la nostra idea del crisantemo come fiore dei defunti: deponiamolo sulle tombe dei nostri cari come simbolo di gioia perché in questo giorno li ricordiamo e li celebriamo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*