Crociere. Punto info ok. I tour operator scoprono Livorno

Presentati i risultati sul Centro di accoglienza turistica all'Alto Fondale

tour operator
Da sx: Annalisa Coli, Serena Veroni, Francesco Belais, Paola Baldari, Ombretta Bachini, Dario Talini. Foto: Va.Cap.
Share
  • di Valeria Cappelletti:

LIVORNO – I tour operator stanno cominciando a strizzare l’occhio alla nostra città, non solo, sempre più commercianti si stanno attrezzando per offrire servizi ai croceristi che arrivano a Livorno. “Un grosso tour operator ci ha chiesto di comunicare le date dei vari eventi estivi come il Cacciucco Pride ed Effetto Venezia e sarebbe disposto a posticipare la partenza delle navi per permettere ai turisti di prendervi parte”. Sono le parole che l’assessore alla cultura Francesco Belais ha detto nel corso della conferenza stampa che si è tenuta al Cisternino di Città per fare il punto sul centro di accoglienza turistica allestito nella zona dell’Alto Fondale, al Terminal Crociere, dove scendono i croceristi che giungono nella nostra città.

tour operator
Un momento della conferenza stampa. Foto: Va.Cap.

“Livorno a poco a poco si sta abituando a diventare una città accogliente – ha proseguito Belais – con tante cose da far vedere. Rispetto a qualche tempo fa, girando per le strade del centro, vedo sempre più cartelli scritti in inglese fuori dai negozi, un’inversione di tendenza dunque, per una città che spesso è stata vista come semplice luogo di passaggio verso altre zone. Questo punto informativo ha permesso di intercettare un elevato numero di turisti che sono stati informati su quello che offre Livorno. Un centro nato come un esperimento nella scorsa stagione e che ha avuto buoni risultati, sebbene sia partito solo il 16 agosto, ma ci ha permesso di testarne la validità e già stiamo lavorando per il prossimo anno per attivarlo da marzo”.

“Dobbiamo creare una rete con i commercianti e gli edicolanti – ha proseguito Paola Baldari, assessore al commercio – per offrire sempre più servizi di prima accoglienza ai crosceristi. Più volte mi è capitato di incontrare commercianti che si lamentavano del fatto che Livorno fosse vista come luogo di passaggio e alcuni si sono attivati per togliere questa cattiva nomea”.

tour operator
Le ragazze del Punto info. Da sx: Sara Salla, Giorgia Balletti, Asya Balleri. Foto: Va.Cap.

Il servizio di accoglienza informativa è frutto della collaborazione tra Comune, Livorno Porto 2000, Confesercenti, Cna e Pro Loco Livorno. A rapportarsi con i turisti alcuni studenti delle scuole molto preparati e che conoscevano diverse lingue straniere che hanno svolto attività di alternanza scuola lavoro, come Asya Balleri, Giorgia Balletti e Sara Salla. “Quello che abbiamo notato – ha detto Giorgia – è che i turisti erano spaesati quando scendevano dalle navi e che è fondamentale avere un punto di ritrovo proprio appena arrivati a Livorno”.

“I dati sul turismo sono incoraggianti – ha proseguito Serena Veroni, di Livorno Porto 2000 – e i tour operator si stanno accorgendo della nostra città. Livorno Porto 2000 ha attivato un progetto dal titolo “Why Livorno” per presentare la nostra provincia per l’estate 2017 che consisteva in due spot realizzati per il Salone delle Crociere di Miami in cui sono stati presentati Livorno e Bolgheri e per la prossima estate abbiamo deciso di presentare l’Isola d’Elba e la Costa degli Etruschi”.

A fine gennaio verrà reso noto uno studio realizzato dall’Irpet che ha interessato 3650 croceristi giunti a Livorno e che ha l’obiettivo di capire il punto di vista dei passeggeri delle navi nei confronti della nostra città e dei commercianti.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*