Contributi per il diritto allo studio, da lunedì apre il bando

Per fare domanda c'è tempo fino al prossimo 29 giugno

contributi diritto studio

LIVORNO – Già da lunedì prossimo 14 maggio si potrà presentare domanda per partecipare al Bando relativo al Pacchetto Scuola 2018/2019, il contributo finalizzato a coprire le spese necessarie per la frequenza scolastica (libri scolastici, materiale didattico e servizi scolastici).  Apre con anticipo, su decisione della Regione Toscana,  rispetto allo scorso anno proprio per  velocizzare i tempi di erogazione dei contributi economici alle famiglie.

La domanda d’ammissione al bando dovrà essere presentata esclusivamente on line sul sito del Comune di Livorno (servizi on line – Sportello del cittadino – Scuola) a partire dalle ore 9 del 14 maggio 2018 e tassativamente entro le ore 12 del 29 giugno 2018.

Come presentare la domanda

La domanda d’ammissione al bando dovrà essere presentata, come detto, esclusivamente on line sul sito del Comune di Livorno. Sarà necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi on line del Comune (costituite da uno username ed una password), che possono essere ottenute scegliendo tra le seguenti modalità:

1) recandosi presso la sede comunale dell’URP o presso i Centri Servizi al Cittadino Area Nord Piazza Saragat 1 (ex circoscrizione 1) e Area Sud Via Machiavelli 21 (ex circoscrizione 5) oppure presso lo sportello scuola in via delle Acciughe 5 secondo piano, con un documento di identità valido e ritirare le credenziali;

2) ottenendo le credenziali di accesso on line, attraverso la propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC); in alternativa è possibile utilizzare come credenziali di accesso il codice PIN della propria Carta di Identità Elettronica (CIE), della Carta Infocamere o della Tessera sanitaria in un pc dotato di lettore smart card.

Per qualsiasi necessità di assistenza alla presentazione della domanda on line è possibile rivolgersi a uno dei seguenti PAAS (Punti di Accesso Assistito ai Servizi) già da tempo attivi nel territorio comunale (per gli orari di apertura è possibile consultare anche il sito del Comune): Nonno Point – Centro servizi al Cittadino Area Nord – P.za Saragat; Centro servizi donne immigrate (CESDI) – Via degli Asili, 35.

I punti di accesso internet situati nel territorio comunale disponibili a tutti i cittadini senza assistenza, sono i seguenti:  Centro Servizi al cittadino – Area Nord (ex Circoscrizione 1) – Piazza Saragat 1 e Area Sud  (ex Circoscrizione 5) via Machiavelli 21; Emeroteca – via del Toro 8;  Centro Donna – Largo Strozzi 3; Villa Fabbricotti – viale della Libertà 30

Nelle graduatorie l’individuazione dei soggetti avverrà attraverso l’indicazione del numero di protocollo della domanda (numero di repertorio) fornito dal sistema al momento della presentazione della domanda on line. L’esito della domanda potrà essere verificato anche on line, accedendo con le credenziali al sito del Comune di Livorno (servizi on line – Sportello del cittadino – Scuola).

Contributo per scuole secondarie di primo e secondo grado

Anche quest’anno la Regione ha deciso di riservare il contributo alle sole scuole secondarie di primo e secondo grado, escludendo quindi le scuole primarie. Ovviamente trattandosi dell’anno scolastico 2018/2019 potranno comunque presentare la domanda gli alunni che quest’anno scolastico frequentano la classe 5° delle scuole primarie e che il prossimo anno scolastico frequenteranno la classe 1° delle scuole secondarie di primo grado. Per la stessa ragione non potranno presentare la domanda gli studenti che quest’anno frequentano la classe 5° delle scuole secondarie di secondo grado.

I requisiti richiesti

Tra le novità di quest’anno, non vengono riconosciuti requisiti di merito e per quanto riguarda il requisito economico, l’ISEE del nucleo familiare di appartenenza dello studente, calcolato secondo le modalità di cui alla normativa vigente, non deve superare il valore di 15.748,78 euro ( lo scorso anno era pari a 15 mila).

Per i requisiti anagrafici occorre la residenza nel Comune di Livorno e un’età non superiore a 20 anni(da intendersi sino al compimento del 21esimo anno di età, ovvero 20 anni e 364 giorni alla data di presentazione della domanda).

Il requisito relativo all’età non si applica agli studenti  diversamente abili, con handicap riconosciuto ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104 o con invalidità non inferiore al 66%.

Altra novità introdotta quest’anno è l’uniformità degli importi di contributo validi per tutte le classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado. L’importo standard  unico è di 280 euro , l’importo minimo (70%)  196 euro. 

L’importo del “Pacchetto scuola” verrà assegnato secondo l’importo minimo (70%) ed eventualmente incrementato fino all’importo standard in relazione alle risorse disponibili in via definitiva.

Il beneficiario dovrà conservare la  documentazione di spesa per libri scolastici, materiale didattico e servizi scolastici da esibire in caso di controllo.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*