“Ciarle de Barrios”, una raccolta fondi per sistemare il murale

L'indignazione dell'artista: "Sono letteralmente schifata"

Il murale di Rame 13 comparso a Porta San Marco deturpato dai vandali
Foto: Valeria Cappelletti

LIVORNO – “Sono letteralmente schifata da coloro che hanno deturpato il mio murales “Ciarle de Barrios“, dietro piazza San Marco. Siete proprio dei poveracci, senza vergogna. E cerco di contenermi con i vocaboli perché per persone del genere non c’è necessità di sprecare parole. Siete solamete miseri”.

L’artista Rame 13, vero nome Ginevra Rame, affida alla sua pagina Facebook tutta l’indignazione per quanto accaduto al murale da lei realizzato in occasione del contest di Uovo alla Pop conclusosi a settembre.

“Ciarle de Barrios” era stato scelto tra 12 opere alla fine di un concorso di street art indetto dalle ragazze di Uovo alla Pop, la Galleria di arte che ha sede presso gli Scali delle Cantine e che sta portando avanti vari progetti artistici per la riqualificazione della città, ultimo dei quali il Festival di Steet Art legato proprio al contest.

Anche il vicesindaco di Livorno, Stella Sorgente, ha commentato sui social l’accaduto: “Sono molto arrabbiata per la deturpazione del nuovo murale in piazza San Marco – ha scritto Sorgente – Nonostante questo, non ci arrendiamo, e d’accordo con le artiste, porteremo avanti una nuova raccolta fondi per sistemare il disegno e per ultimare le parti di muro che sono rimaste bianche”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*