Bus extraurbani, Filt Cgil Livorno: “Soppresse le corse, utenti a piedi”

Denunciano scarsità di personale e carenza di pezzi di ricambio

pensiline bus

LIVORNO – La Federazione Italiana Lavoratori Trasporti Cgil di Livorno lancia l’allarme per la mancanza di vetture per il serivizio di trasporto pubblico extraurbano. Di seguito il comunicato arrivato in redazione: “La scrivente O.S. è a contestare la mancanza di vetture extraurbane che negli ultimi mesi non ha permesso il regolare svolgimento del servizio nelle sedi di Cecina, Rosignano, Livorno e Elba. Solamente negli ultimi giorni sono state soppresse numerose corse che hanno lasciato a piedi un numero rilevante di utenti”.

“Siamo pertanto a denunciare una palese disorganizzazione aziendale legata ad una carenza del personale nel comparto tecnico, scarsità di pezzi di ricambio e un parco veicolare, specialmente nel servizio extraurbano, più che vetusto – si legge ancora nel comunicato – A questo punto è palese il disinteresse di CTT Nord a gestire in maniera normale e decorosa il servizio extraurbano, probabilmente reputato poco remunerativo, mentre risulta essere sempre più chiaro che l’unico scopo aziendale non sia quello di effettuare servizio di TPL (Trasporto Pubblico Locale), ma quello di ottenere solamente utili da ridistribuire ai vari soci, sulle spalle di lavoratori e utenza che in questa vicenda sono la parte più debole”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*