Associazioni volontariato della Protezione Civile: consegnati gli attestati di ringraziamento

Prevista un'altra premiazione a settembre

Tutti i premiati. Foto: Furio Pozzi
Share

Pubblicato ore 22:43

  • di Gianluca Donati

LIVORNO – Le associazioni di volontariato della Protezione Civile sono state molto impegnate durante il lockdown nella gestione dell’emergenza, a loro il sindaco di Livorno Luca Salvetti ha consegnato attestati di ringraziamento.

“Ci rivediamo dopo mesi che sono stati complicatissimi per tutti – ha detto Salvetti – ma anche mesi, che messi insieme, rappresentano un banco di prova, per tutti. Sono stati momenti difficili e impegnativi, ecco perché con tutta l’Amministrazione e la Giunta abbiamo pensato che fosse il momento giusto, che arriva dopo tanti altri momenti, che hanno visto le associazioni protagoniste, per sottolineare la riconoscenza e il ringraziamento per il lavoro svolto. Questa è una prima premiazione, ne faremo un’altra a settembre per coinvolgere tante associazioni che operano nel sociale, si dice che Livorno è la città dell’associazionismo e tutti hanno dato un bel contributo”.

Le attività svolte

Nell’ambito dell’emergenza sanitaria nazionale da Covid-19, tutto il Sistema di Protezione Civile, a vari livelli, ha contribuito all’esecuzione delle attività di assistenza e informazione alla popolazione. Il volontariato di protezione civile è stato coinvolto dai vari livelli del sistema: Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, Regione, Provincia e Comune, contribuendo alla esecuzione di tali attività.

A livello comunale, nello specifico, sono state attivate per l’assistenza alla popolazione, complessivamente, 14 associazioni di volontariato di protezione civile con sede operativa nel Comune di Livorno. Le associazioni hanno collaborato alla gestione della segreteria del Centro Operativo Comunale, ancora oggi aperto, in modalità parzialmente presidiata dagli Uffici del Comune. I volontari hanno consegnato medicinali e beni di prima necessità ai concittadini in isolamento domiciliare, in quarantena o riconosciuti soggetti fragili.
Hanno presidiato i parchi pubblici all’apertura post covid e consegnato le mascherine fornite dalla Regione raggiungendo 75 mila nuclei familiari. L’operazione è proseguita con la consegna a persone fragili, in isolamento domiciliare o in quarantena. Le associazioni, inoltre, hanno gestito gli animali da compagnia. In particolare, nei casi in cui i proprietari sono stati ricoverati in ospedale o in isolamento/quarantena in luoghi diversi dal proprio domicilio/residenza.

Tutti i premiati

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*