Apre “Life’s a beach” di Martin Parr, tante le similitudini con i livornesi al mare

La mostra rimarrà aperta fino al 12 dicembre

Un visitatore intento ad ammirare le foto di Martin Parr. Foto: Valeria Cappelletti
Share

Pubblicato ore 07:00

LIVORNO – Ci sono alcune immagini che sembrano ritrarre bagnanti livornesi invece sono uomini e donne di paesi lontani. È la vita sulla spiaggia, “Life’s a beach“, questo il significato del titolo della mostra presentata ieri alla stampa ai Granai di Villa Mimbelli. Mostra del fotografo di fama internazionale Martin Parr che, prima di giungere da noi a Livorno, era niente popò di meno che in Finlandia.

56 scatti dai colori forti: “Martin Parr lavora con il flash anche quando c’è il sole – dice Serafino Fasulo, curatore della mostra – non è mai alla ricerca dell’orizzonte perfetto o dell’inquadratura pulita, non è politically correct, ritrae bambini, persone senza chiedere il permesso. Martin Parr è un foto reporter a tutti gli effetti”.

“Life’s a beach” è promossa dalla Fondazione Carlo Laviosa in compartecipazione con il Comune di Livorno e l’agenzia Magnum di Parigi. “Finalmente è arrivato il giorno dell’inaugurazione di questa mostra, rimandata a causa della pandemia che non avremmo potuto perdere – afferma Simone Lenzi, assessore alla cultura – Siamo stati da subito entusiasti quando è arrivata la comunicazione di questa esposizione, perché è straordinaria e ritrae la festosa vitalità dell’umanità. Alcune fotografie sembrano essere fatte a Livorno, ce n’è persino una che sembra ritrarre il tuffo del primo dell’anno. Ci sarebbe piaciuto inaugurarla a inizio primavera per festeggiare l’arrivo della stagione estiva, lo facciamo adesso con un sottile velo di malinconia”.

La foto che sembra ritrarre i livornesi prima del tuffo di Capodanno

L’inaugurazione vera e propria si terrà domani, 25 settembre, alle ore 18 con brindisi e ingresso libero e rimarrà aperta al pubblico fino al 12 dicembre.

“Questa mostra rappresenta per la Fondazione Laviosa due conferme – conclude Pietro Starita, vicepresidente della Fondazione – uno di lavorare per il territorio e due è la conferma da parte della fondazione che la fotografia rappresenta une elemento importante, siamo partiti con Letizia Battaglia e adesso Martin Parr, un autore di grande livello”.

Alla conferenza stampa era presente anche Giovanni Cerini, dirigente del Comune di Livorno e Simona Manfredini responsabile comunicazione di Fondazione Laviosa.

Informazioni e biglietti

Orari: il giovedì e venerdì dalle ore 16 alle 19, sabato e domenica alle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 19.
Ingresso: intero 5 €, ridotto 3 €. Intero cumulativo (mostra Parr più Museo Fattori) 7 €, ridotto 4 €.
Visite guidate: per le scuole su prenotazione: 0586/808001 e 0586/824607.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*