Costanza Vaccaro interviene sulla situazione di via Cambini e via Roma

"I residenti devono avere la tranquillità che meritano"

Share

Pubblicato ore 18:31

LIVORNO – Riportiamo di seguito il comunicato stampa arrivato in redazione con l’intervento della candidata a sindaco Costanza Vaccaro sulla grave situazione di via Cambini e via Roma.

“Gli ultimi avvenimenti accaduti in via Cambini e via Roma rappresentano un grosso problema per la nostra città. Dobbiamo certo incentivare la socializzazione dei ragazzi, permettere loro di trascorrere una serata in compagnia, ma questo non deve ledere la sacrosanta libertà dei residenti di vivere senza enormi disagi” sono le parole di Costanza Vaccaro, candidata a sindaco di Livorno per Alternativa Popolare e Noi per loro con Bandecchi per Vaccaro sindaco.

“Via Cambini e via Roma la notte diventano terra di nessuno: musica a tutto volume, atti vandalici, degrado, fino a diventare anche orinatoi a cielo aperto. Tutto questo non è più tollerabile. I residenti devono avere la tranquillità che meritano, poter riposare la notte e soprattutto non subire atti intimidatori se provano a far valere i propri diritti. Una situazione che si protrae da anni e si fa sempre più allarmante dopo gli ultimi avvenimenti con lo scoppio di alcuni petardi, al punto che un’anziana signora residente nella zona si è sentita male. Al netto del grande lavoro che fanno le nostre Forze dell’Ordine, nonostante la grave carenza di organico in cui sono costretti ad operare, avevamo chiesto all’Amministrazione comunale di attivare sul territorio, a carico del Comune, un servizio di pattugliamento notturno mediante vigilanza privata che, in costante contatto con le Forze dell’Ordine, segnalasse situazioni di interesse per l’ordine pubblico, comprese quelle relative a fattori di schiamazzo o degrado, che incidono sulla sicurezza urbana. Apprendiamo pertanto con spirito positivo la notizia della sottoscrizione di un protocollo d’intesa per l’attivazione di un sistema di sicurezza in sinergia tra guardie giurate e forze dell’ordine per garantire la sicurezza in città. L’unico rammarico è che il nostro atto dal titolo ‘sentinelle della notte’ lo avevamo proposto all’amministrazione anni fa ma ci è stato prontamente bocciato, negando il problema della sicurezza in città. Se allora fosse stato attivato, avremmo risparmiato ai cittadini tante difficoltà e insicurezze”.

© Vietata la riproduzione