Agevolazioni sulla bolletta dell’acqua

Ultima settimana per presentare domanda

Share

LIVORNO- Ultimi giorni utili per richiedere le agevolazioni tariffarie sulle bollette dell’acqua a vantaggio delle famiglie a basso reddito. Le domande potranno essere consegnate entro venerdì 16 giugno. Per ottenere la riduzione occorre essere residenti a Livorno, essere intestatari di un contratto di fornitura dell’acqua e avere un ISEE (con attestazione rilasciata nel 2017) non superiore a 9.100 euro.

In base alla ripartizione stabilità dall’Autorità Idrica Toscana, il fondo a disposizione del Comune di Livorno per queste agevolazioni è di oltre168mila euro, somma in grado di consentire importanti riduzioni in bolletta a un consistente numero di famiglie.

L’anno scorso furono presentate 766 domande, quasi tutte accolte (745). I beneficiari hanno così potuto usufruire, mediamente, di una copertura del 98% delle spese per l’acqua. Considerato che la soglia ISEE di 9.100 euro non è eccessivamente restrittiva, l’Amministrazione comunale si augura che tutte le famiglie in possesso dei requisiti richiedano le agevolazioni.

Come fare domanda

Il bando e il modulo di domanda aggiornato possono essere scaricati da www.comune.livorno.it > Procedure e modulistica > Piattaforma per i cittadini > Servizi sociali > Agevolazioni tariffarie a carattere sociale

Il modulo compilato potrà essere consegnato esclusivamente a manoentro venerdì 16 giugno all’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) del Comune di Livorno (in piazza del Municipio 1) oppure al Centro servizi al cittadino Area Nord (ex Circoscrizione 1, in piazza Saragat 1) o al Centro Servizi al cittadino Area Sud (ex Circoscrizione 5, in via Machiavelli 21).

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30.

Controlli

Saranno disposti controlli a campione sulle autocertificazioni, con ulteriori verifiche sostanziali sulle dichiarazioni ISEE da parte della Guardia di Finanza.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*