Addio a Piero Angela: grande uomo e divulgatore scientifico

Ben 29 le edizioni di Quark condotte dal giornalista

Share

Pubblicato ore 12:58

  • di Valeria Cappelletti

Ha raccontato il mondo che ci circonda, la Natura, le sue bellezze. Dal 1981 ha intrattenuto il pubblico con il programma televisivo più apprezzato e seguito della Rai “Quark” (poi divenuto “Superquark”). Ci ha lasciato oggi, all’età di 93 anni, Piero Angela, giornalista, divulgatore scientifico.

A dare notizia della scomparsa, il figlio, Alberto Angela sul suo profilo Facebook con le parole: “Buon viaggio papà”. In poco più di un’ora dall’annuncio, sono arrivati oltre 100mila commenti in risposta al messaggio scritto.

Sulla pagina Facebook di Superquark Rai un ultimo commento di un’ora fa: “Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana.

Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano.

Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia.

È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati.

A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato.
Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese.
Un grande abbraccio
Piero Angela”

Piero Angela era nato a Torino nel 1928, apprezzato da tutti per il garbo, l’intelligenza, per quel suo modo semplice di raccontare la scienza. La sigla della sua trasmissione è diventata un cult. Angela era tornato in tv anche questa estate su Rai Uno per una serie di appuntamenti proprio con “Superquark”. Il programma aveva raggiunto le 29 edizioni.

Angela è stato tra i fondatori del CICAP, associazione per il controllo sulle pseudoscienze, nata per promuovere l’educazione scientifica e lo spirito critico, nonché per indagare sull’effettiva esistenza dei presunti fenomeni paranormali. Ha ricevuto dodici lauree honoris causa oltre a numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Ben sette i telegatti ricevuti, di cui uno alla carriera il 22 gennaio 2008. Nel 2002 gli è stata assegnata la medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte: “Giornalista e scrittore. Ha il merito di aver affrontato la divulgazione scientifica con un linguaggio chiaro e preciso, comprensibile a tutti”.

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*