Belais: “A Villa Mimbelli le opere di Modì esposte a Genova”

E Gazzetti (PD) presenta mozione per iniziative volte a celebrare l'artista

modì modigliani opere
Amedeo Modigliani

LIVORNO – Le tre opere di Amedeo Modigliani  “Stradina toscana“, dipinto giovanile, e di due disegni, il “Nudo maschile” e il “Ritratto di Aristide Sommati” saranno esposte a Villa Mimbelli. Le tre opere tornate a Livorno dopo l’esposizione a Genova sulla  quale la magistratura sta indagando, poichè sono state esposte in compagnia di altre opere ritenute false, saranno esposte in concomitanza con Effetto Venezia.

“Abbiamo pensato – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Belais – di rendere subito visibili e godibili a livornesi e non le nostre tre opere, assolutamente autentiche, di Modì. Per questo scopo il Museo Fattori ha in tempi record approntato una mini mostra temporanea nella Sala Micheli. Consiglio quindi a tutti di andare ad ammirare il genio artistico unico di questo nostro artista, anche perché sono opere non tra quelle più famose. Il “Ritratto di Aristide Sommati” è addirittura stato improvvisato dal maestro su una tovaglietta di osteria e viene conservato nei nostri depositi museali. Insomma personalmente vedo questo piccolo passo come il primo che ci condurrà ai festeggiamenti e alle iniziative per Livorno Modigliani 2020”.

E proprio riguardo al centenario della morte che si terrà il 24 gennaio 2020 Francesco Gazzetti, consigliere regionale del Partito Democratico, ha presentato una mozione, sottoscritta anche dagli altri membri del Pd, alla Giunta Regionale con l’obiettivo di promuovere e sostenere iniziative finalizzate a valorizzare l’opera e la figura dell’artista livornese.

Gazzetti ha individuato nel Programma Regionale di Sviluppo (PRS) 2016-2020 lo strumento adatto: “È proprio il PRS – ha detto Gazzetti – a includere una specifica parte dedicata alla promozione del sistema delle arti e degli istituti culturali con particolare riferimento al sostegno alle attività dedicate alle celebrazioni di specifiche ricorrenze. Esiste dunque uno spazio all’interno del PRS che ci dà la possibilità di celebrare Modigliani come merita e che è giusto che sia. Ed è bene iniziare a pensarci per tempo. Sono certo che tutto il Consiglio Regionale e la Giunta sapranno raccogliere lo stimolo rappresentato da questa nostra mozione per trasformarlo in un grande tributo all’artista. Da toscano e soprattutto da livornese sono certo, anzi sicuro, che la Toscana saprà cogliere questa occasione per essere punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale per onorare, come merita, uno dei suoi figli più amati e conosciuti in tutto il mondo”.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*