Maltempo, forti temporali sulla Toscana. Codice arancione

Domani sono attese precipitazioni anche su Livorno

maltempo temporali toscana
Share

TOSCANA – Allerta meteo per l’intera giornata di domani, 28 giugno, il bollettino è stato diramato dalla Regione Toscana che ha emesso un codice arancione dalle 7 del mattino fino a mezzanotte. A essere interessata maggiormente dal fenomeno, con temporali associazioni a forti colpi di vento e a grandinate, sarà la zona centro-settentrionale. Mentre sul resto della regione è stato emesso un codice giallo sempre per temporali, vento e mareggiate.

Perturbazioni interesseranno anche Livorno e provincia con maggior insistenza nel pomeriggio. Anche il vento di Scirocco si intensificherà raggiungendo raffiche lungo la costa fino a 60-80 km/orari, per poi virare al Libeccio in serata con la stessa intensità. Sull’Isola di Carpraia il mare si farà molto grosso e agitato a largo. In serata saranno possibili ulteriori effetti a terra come la caduta di alberi e tegole, abbattimento di pali della segnaletica e di impalcature. Disagi o interruzioni anche alla viabilità e possibili danneggiamenti alle reti elettriche e di telefonia. Infine, nel caso in cui si verifichino grandinate, saranno possibili anche danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi.

Precipitazioni a carattere di rovescio con massimi elevati o localmente molto elevati interesseranno anche la provincia di Massa-Carrara e Garfagnana, soprattutto in mattinata.

La Protezione Civile indica una serie di raccomandazioni che i cittadini devono sempre osservare in caso di temporali e forte vento: evitare di parcheggiare l’auto sotto gli alberi, porre particolare attenzione nel transitare anche a piedi sotto pinete o alberature, e in generale fare comunque attenzione nel transitare a piedi o con mezzi lungo i viali alberati; tenere chiuse le finestre e non lasciare sui terrazzi manufatti che non siano ben fissati; prestare particolare attenzione alla segnaletica stradale e a ogni altra informazione emanata dalle autorità; evitare l’utilizzo di veicoli a due ruote.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*