Toscana, arriva il vigile di quartiere e sui treni le guardie giurate

La Regione pagherà per tre anni gli stipendi di circa 80 agenti

vigile di quartiere

TOSCANA – In Toscana arriva il vigile di quartiere, è quanto è emerso dalla conferenza stampa che si è tenuta ieri a Firenze. La giunta regionale pagherà per tre anni gli stipendi di settanta o ottanta nuovi agenti che saranno assunti e saranno sottoposti a un’adeguata formazione alla fine della quale si terrà un esame.

Si tratta di tre coppie di agenti distribuite su turni diversi in modo da coprire il giorno e buona parte della notte. “Non vogliamo certo sostituirci né allo Stato né alle forze dell’ordine, ai quali spetta il compito di reprimere i comportamenti scorretti e la criminalità – ha detto l’assessore regionale alla presidenza e alla sicurezza Vittorio Bugli – Abbiamo pensato di dare una mano ai Comuni, facendoci carico degli stipendi di sei vigili di quartiere. Vorremmo coinvolgere almeno una dozzina di amministrazioni comunali, ma dipenderà dalle necessità dei Comuni e delle Prefetture”.

La Regione si accollerà la spesa per tre anni, per circa 3 milioni di euro l’anno. “I Comuni si impegneranno però a tenere gli agenti per almeno cinque” precisa Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato, il progetto infatti vede il coinvolgimento anche di Anci Toscana, l’associazione dei Comuni.

La delibera andrà in giunta tra una decina di giorni, per partire all’inizio del 2019.

Sicurezza treni, bus e pronto soccorso

Un’altra novità importante riguarda la sicurezza, infatti un milione di euro l’anno sarà destinato sia al pagamento di guardie giurate che faranno controlli sui treni regionali, si pensa pure ad una App che consenta ai capotreno di individuare l’eventuale presenza (e in quale carrozza) di un poliziotto in borghese a bordo; ma anche per guardie che controlleranno le linee “calde” degli autobus e i pronto socccorso degli ospedali.

A cura della redazione

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*