Alla Goldonetta gli studenti del Liceo Cecioni in “Living Rooms”

45 ragazzi in scena, 7 famiglie, 7 peccati capitali oggi

living rooms
I ragazzi del Liceo Cecioni

LIVORNO – La Goldonetta ospita mercoledì 6 giugno la Compagnia Instabile del Laboratorio teatrale del Liceo Cecioni con la commediale originale in due atti “Living Rooms“. 45 ragazzi in scena, 7 famiglie, 7 peccati capitali oggi, che incontrano brani del grande teatro, passato e presente, con uno scopo: creare un effetto farfalla secondo il quale le azioni dei singoli soggetti sono causa di grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema, dove tutti gli eventi sono concatenati strettamente così che anche il solo battito di una farfalla sia in grado di condizionare il clima dall’altra parte del globo.

La Terra è un organismo vivente, composto di relazioni interdipendenti: la sopravvivenza e la prosperità del singolo sono possibili solo se questi si mette al servizio della più ampia comunità di cui fa parte. Drammaturgia e Regia: Claudia Schiazza. Assistenti alla Regia: Silvia Bartali e Alessia Nisticò.

Il cast: Tobia Solfanelli, Edoardo Degli Esposti, Eva Salvadori, Laura Francini, Licia Arrichiello, Lucrezia Greco, Laura Repetti, Irene Tavanti, Damiano Bonomo, Silvia Relli, Anais Palomba, Tecla Diana, Irene Lenzi, Amedea Purcarin, Vanessa Poli, Filippo Piazzoli, Juanita Caceres, Elena Leoni, Giulia Bertoncello, Ginevra Leoni, Davide Niccolini, Laura Pernice, Giordana Cassano, Silvia Mercurio, Carmen Pololache, Matteo Medi, Martina Fatighenti, Aurora Piantanida, Alessia Zanni, Linda Salvador, Lorenzo Romagnuolo, Loele Lamenrtini, Emma Titomanlio, Sveva Gori, Sveva Praticelli, Francesca Polese, Luana Beatriz, Lorenzo Attanasio, Greta Greco, Giulia Miceli, Lorenzo Occhetto, Sarah Ortiz, Chiara Trastullo.

Aiuto Regia: Rebecca Biancotti, Damiano Bonomo, Laura Francini, Greta Greco, Lucrezia Grieco, Irene Lenzi, Giulia Miceli, Lorenzo Occhetto, Tobia Solfanelli. Trucco e costumi: Aurora Piantanida, Joele Lamberini. Scenografia: Luana Beateiz, Silvia Mercusio, Sarah Ortiz.

Durata spettacolo: un’ora e 50 minuti

© Vietata la riproduzione

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con asterisco sono obbligatori


*